NEWSLETTER

Newsletter

Nome:
Email:


Tu sei qui

NSO, la sanità pubblica passa all’ordine elettronico

È ormai in atto una rivoluzione nelle procedure di Public Procurement.
Dal primo ottobre entra in vigore un nuovo obbligo di legge per gli enti del Servizio Sanitario Nazionale e delle aziende fornitrici. Tra tali soggetti l’unico sistema per inviare e ricevere ordini di acquisto sarà quello telematico. Nasce l’ordine elettronico della sanità, gestito dal Nodo Smistamento Ordini (NSO).
Dopo la fattura elettronica, la digitalizzazione dell’ordine rappresenta un ulteriore passo nel cammino verso la dematerializzazione dei processi pubblici. Sembra infatti che in futuro l’obbligo verrà esteso anche ad altre realtà della pubblica amministrazione.

Il Nodo Smistamento Ordini è un sistema digitale di trasmissione documenti gestito dal dipartimento della ragioneria di Stato del Mef (Ministero dell’Economia e delle Finanza) e integrato con

  • la banca dati Nazionale dei Contratti Pubblici;
  • lo SDI, Sistema di Interscambio per la fatturazione elettronica.

È stato creato con l’obiettivo di controllare gli acquisti degli entri del nostro Sistema Sanitario. A tal merito la legge di Bilancio 2018 prevede che ogni ordine dovrà essere

  • creato
  • trasmesso
  • conservato

in formato elettronico.

Analogamente allo SDI, l’NSO

  • riceve
  • controlla
  • smista
  • consegna

l’ordine e le relative risposte.

Dal 1° ottobre l’NSO sarà l’unico canale con cui inviare e ricevere ordini di acquisto della Sanita Nazionale: se non verrà rispettata la nuova normativa, le relative fatture di vendita non potranno essere liquidate.

Così come per la fatturazione elettronica, gli ordini inviati all’ NSO dovranno essere digitalizzati nel formato ad essi dedicato “UBL XML”, standard digitale internazionale.

L’ordine è composto da due componenti:

  • Busta di trasmissione: contenente le indicazioni di mittente e destinatario.
  • Documento, con dettagli e regole d’ingaggio.

L’ordine così creato verrà inviato al Nodo Smistamento Ordini che lo recapiterà al destinatario.

I canali di comunicazione con l’NSO sono:

  • PEC (nso@pec.sogei.it)
  • Webservice
  • FTP
  • Infrastruttura Peppol attraverso access point accreditati.

Infine la norma prevede 4 tipologie di ordine.

  • Ordine: inviato dall’azienda pubblica verso il fornitore
  • Ordine pre-concordato: inviato dal fornitore verso l’azienda pubblica
  • Risposta: quando il fornitore accetta, rifiuta o modifica l’ordine ricevuto dall’ente.
  • Ordine di Riscontro: quando l’ente pubblico conferma, declina o sostituisce un ordine pre-concordato ricevuto dal fornitore.

Ad oggi non sono previsti rinvii alla norma.

Contattaci per maggiori informazioni.

 

Online Support
Dataconnect P.IVA 01750000935 Numero REA PN-101659 Informativa sulla privacy credits / Representa
Back